L' 8 maggio, giorno in cui si terrà l'assemblea di UniCredit per l'approvazione del bilancio, andremo a scoprire le carte del nostro nuovo "croupier":   usciranno dallo stesso mazzo truccato che adoperava LUI ?
L'uomo che iniziò la sua carriera nel  ns. istituto nel 1982 compiendo nel bilancio dello stesso  anno il suo primo grande abuso nei nostri confronti, facendo sparire l'allegato del Fondo Pensioni e la posta relativa agli immobili assegnati al Fondo stesso, e l'ha terminata l'anno scorso con l'infame  beffa, consumata senza il minimo pudore, della solenne promessa, poi non mantenuta, che "non avrebbe mai lasciato l'istituto senza prima sanare una inaccettabile ingiustizia".

Ritornando al nuovo "croupier", il quale nel corso dell'integration-day s'assunse l'onere di portare a compimento in tempi brevi la promessa del suo predecessore, dobbiamo rilevare che, dopo un primo periodo che ci aveva fatto sperare in un nuovo modo di affrontare il problema, in questi ultimi mesi abbiamo accumulato una serie di cattive sensazioni che ci fanno temere che le carte che andremo a scoprire non saranno poi molto diverse dalle prime.

Se sarà così, e una prima constatazione l'avremo già in questi giorni con la pubblicazione dei dati di bilancio, dovremo aprire una forte contestazione anche nei confronti di questa nuova dirigenza e allora quale migliore occasione di approfittare subito della visibilità assicurata dall'evento della  prima assemblea UniCredit-(Banca di Roma) per mettere in atto i nostri propositi e mettere alle corde i nostri avversari !

In quest'ultimo periodo non ci siamo fatti sentire ma non per questo abbiamo smesso di lavorare per il raggiungimento dei nostri obiettivi nel solco di tutte le direzioni che abbiamo tracciato ed intrapreso: ricorsi civili, esposto penale, denunce alle autorità di controllo, ecc ecc.

Tra poco si dovrebbero raccogliere i primi frutti !        
Di più non possiamo anticipare.

Dimenticavamo, il numero delle adesioni al Comitato continua a crescere continuamente: abbiamo raggiunto quota 1.350 !

Forti delle esperienze del nostro primo anno, questa volta ci prepareremo ancora meglio per fare assumere il maggior risalto possibile alle nostre denunce ed alle nostre contestazioni e far sì che i vari mezzi d'informazione non abbiano alibi per poter oscurare le nostre accuse e le nostre rivendicazioni;  l'organizzazione è già iniziata ma affinché il risultato sia il più grande possibile occorre che tutti ap-portino il proprio contributo: martedì 15 alle ore 18 in via dell'aereoporto, 129  (ferma-ta del metrò Numidio Quadrato)  avrànno inizio i preparativi per la giornata del
 

l'8 maggio,  dovrà diventare il  v-day degli ex CRR

Chiediamo la collaborazione anche ai 9 sindacati firmatari, così come sta facendo la Cub-Sallca che, anche quest'anno, si è prestata ad attivare le procedure di sciopero per consentire a tutti la par- tecipazione, chiediamo di affiancarci e di sostenerci con la mobilitazione che, quando vogliono, sanno organizzare con molta efficacia, speriamo che si ricordino che siamo rimasti l'unica Cassa di Ri- sparmio, in tutta Italia, che giace in questa abissale situazione, anche per le responsabilità di co- loro che nel passato, sin dal 1982, guidavano le loro organizzazioni.

 

Tutti i possessori di azioni UniCredit ed exCapitalia inizino a chiedere la certificazione di parte- cipazione all'assemblea, basta acquistare una sola azione! in questo periodo è pure conveniente!

 

                                                                 Comitato Fondo Pensioni Cassa di Risparmio di Roma

questo post è stato letto3742volte