Il giorno dieci erano in calendario le ultime due udienze di primo grado programmate per le conclusioni e per la sentenza:

il primo giudice, la sig.ra Miglio, presentatasi con il suo solito ritardo (questa volta, bontà sua, limitato a soli 40 minuti), dopo aver avuto in carico da più di un anno le pratiche, si è permessa di dire che non aveva avuto il tempo per studiare la questione in discussione e che pertanto aveva necessità di un "piccolo rinvio", conclusione, è stata fissata la prossima udienza per il 30 settembre alle ore undici;

il secondo giudice, la sig.ra Vetritto, dopo una sceneggiata da consumata attrice con argomento la sua precedente sentenza favorevole al collega Pompei che ci aveva fatto sperare in un esito positivo anche per noi, ha ieri depositato il dispositivo che, contraddicendo le sue conclusioni passate, ha rigettato le nostre richieste.

Tutto come previsto!

In linea con le nostre previsioni e le nostre impostazioni, sollecitiamo i colleghi interessati alle sentenze/ricorso di primo grado che ancora non hanno inviato la loro adesione  per i ricorsi in Appello con il prof. Maurizio Cinelli (per fortuna sono in pochi) a farlo il più presto possibile per le ragioni illustrate nella mail che abbiamo loro inviato qualche giorno addietro e che qui di sotto riproduciamo:

Da una verifica incrociata che abbiamo effettuato sui tabulati, dello studio Cinelli e nostro, risulta, salvo eventuali disguidi, che alla data del 12 maggio Tu sei tra i pochi ricorrenti che non hanno ancora provveduto ad espletare le incombenze per dare mandato al prof. Maurizio Cinelli di agire per proprio conto presso la Corte di Appello.       

Dovendo provvedere in tempi brevi al deposito del ricorso in oggetto, ti sollecitiamo ad inviarci il più presto possibile la tua adesione, per facilitarci il compito di reperire i fascicoli di parte, ufficiali, e soddisfare l'esigenza manifestata dal professore di concentrare ed accelerare l'attività in sede di Corte di Appello.

Tieni presente che i tempi potrebbero diventare brevissimi qualora l'Unicredit-group, come ha già fatto per alcune, decidesse di notificare le altre sentenze e che, se lo facesse nel periodo estivo, rischieremmo di non riuscire a salvaguardare tutti, come invece siamo riusciti a fare per le prime sentenze notificate;   giustamente il professore, usando la prudenza che gli deriva dalla sapienza e dall'esperienza, desidera anticipare le mosse.

Ti ricordiamo che Tu, facendo parte dei ricorrenti interessati al provvedimento in oggetto, qualora non presentassi nei termini previsti ricorso alla sentenza di primo grado, a noi sfavorevole,  perderai per sempre il tuo diritto a rivendicare la tua posizione individuale nel ns. Fondo Pensioni, posizioni che, come saprai, sono mediamente avvalorate per un importo superiore ai 100.000 euro.

Se leggi i nostri comunicati sarai venuto a conoscenza che tutti, nessuno escluso, i 105 colleghi oggetto delle prime sentenze notificate, i cui termini sono già scaduti, hanno aderito, ben comprendendo l'essenza della questione, e tra questi anche coloro che in precedenza erano stati vittime dell'inganno perpetrato a loro danno dai sindacalisti "kapò" ed erano stati indotti a versare i 100 euro per l'altra causa, che nulla a che vedere con la nostra.

Se indiscutibilmente è sempre valido il principio che non si può non interporre appello di fronte ad un verdetto così palesemente ingiusto, a maggior ragione, ora che possiamo avvalerci del massimo giuslavorista in materia, non farlo sarebbe proprio insensato, anche in considerazione del limitatissimo costo da sostenere rispetto l'importo che ci è dovuto.

In questi giorni abbiamo pubblicato sul sito del Comitato (sallcacub.org) il testo del ricorso presentato dal professore avverso la sentenza Di Sario; leggendolo potrai renderti conto di quale spessore siano le argomentazioni a sostegno e le confutazioni delle tesi avversarie e quindi convincerti delle enormi possibilità che abbiamo di ottenere una sentenza a noi favorevole, ribaltando così quelle di primo grado.

Se avessi comunque ancora qualche dubbio potrai avere ulteriori chiarimenti telefonando a Riccardo Dobrilla ai nn°  0643255726-3357921732.

In allegato trovi la recente documentazione, comprese le condizioni pattuite ed i moduli da compilare nei modi qui di seguito riepilogati, moduli che ci dovrai spedire URGENTISSIMAMENTE  !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Per fare il bonifico di 180 euro al prof Cinelli trovi le coordinate nella terza delle 4 pagine

della scheda d'adesione che naturalmente dovrai riempire in ogni campo ed in ogni pagina più il foglio per la revoca a Calcioli ed il  ritiro documenti (all.2) più la procura speciale in duplice originale accompagnata dalla fotocopia di un documento e copia del bonifico da inviare tutto a Dobrilla per posta interna alla filiale di Roma via d'Onofrio B cip 30098, oppure per raccomandata ad Unicredit B. di Roma Via d'Onofrio, 114 cap 00155 Roma
sempre in riservata personale.
 P.S.  Ogni primo martedì feriale di ogni mese si tiene l'attivo del Comitato
          in Via dell'aereoporto,129 fermata Numidio Quadrato alle ore 18

          Per avere notizie in tempo reale ti puoi collegare al sito web del Comitato

          sul sito principale del sallcacub.org

                                            Comitato Fondo Pensioni Cassa di Risparmio di Roma

questo post è stato letto3110volte