Scriviamo questo volantino sollecitati da lavoratori Toro che hanno ascoltato, valutato, aspettato, pazientato…
ADESSO BASTA!
La situazione in cui ci si è ritrovati è veramente ridicola, oltre che preoccupante.
Cominciamo dalle questioni più elementari: ad esempio, la chiusura di ferragosto.
Mai effettuata in Toro, se non anni fa, con contributo di ore da parte aziendale.
Situazione:

  1. comunicazione da parte dell'azienda: entro il 30 aprile consegnare il piano-ferie, senza indicazione di quanti giorni stanziare per eventuali chiusure.
  2. comunicato dei Sindacati aziendali che invita a non indicare le ferie fino a quando non ci sarà la comunicazione da parte dell'Azienda. Data del comunicato: 11 maggio (molto tempestivo! Cioè a termini di consegna del piano-ferie ormai scaduti).
  3. comunicato aziendale del 9 giugno che mette a disposizione i giorni di ferie dei lavoratori per la chiusura di ferragosto.

Questioni più rilevanti.

  • Sulle garanzie del lavoro (organici e professionalità) nella sede già Toro di Torino occorre riprendere l'iniziativa per scongiurare brutte sorprese.
  • Sul contratto normativo, firmato nell'ottobre scorso, non vogliamo tirare ancora fuori tutti gli aspetti che sono stati persi.

Tra l'altro, su molti argomenti c'è, a tutt'oggi, un'informazione insufficiente su quale sia in azienda l'esatta normativa in vigore.
Ormai sono persi e basta: era stato detto che erano stati merce di scambio per il "favoloso" EAV, quello appena percepito! Citiamo testualmente: "in sede di trattativa per la definizione del Contratto Integrativo, i delicati equilibri contrattuali raggiunti tra i vari istituti sono stati influenzati in modo determinante da quello che poteva essere il prevedibile peso economico dell'EAV per gli anni 2010 e 2011".
Tempo fa avevamo l'indennità di contingenza che copriva l'aumento dei prezzi, e anche gli aumenti dei contratti nazionali e di quelli aziendali.
Poi la contingenza è stata cancellata: il suo ruolo doveva esser preso dal contratto nazionale (basato sull'inflazione programmata però, non sull'inflazione reale). Così ci siamo persi gli aumenti reali nel rinnovo del CCNL.
Nei contratti aziendali per un certo periodo c'erano aumenti economici veri.
Poi s'è accettato di legare gli aumenti alla produttività, cioè ai bilanci aziendali, che si sa come sono fatti. In Toro c'era, infatti, un PAP (premio az. di produttività) legato a una formula che teneva conto di premi e sinistri.
In Generali c'è l'EAV (Erogazione aziendale variabile), legata ai dividendi deliberati dall'azienda. Può succedere perciò che l'Azienda faccia utili a palate, ma ne distribuisca solo una parte in dividendi.
Questo doveva essere ben chiaro a chi si occupa di contratti "di mestiere".
E' fuori luogo adesso inorridire su quanto guadagnano i grandi managers: loro sanno fare  i loro interessi, chi dice di rappresentare i lavoratori no.

Riassumendo: prima è stata cancellata la storia Toro di accordi e contratti normativi, e adesso sfuma anche la contropartita che avrebbe dovuto tappare la bocca: i soldi.
Anzi ci si riduce a chiedere l'elemosina a Geronzi.
Il famoso "So' sordi!" dell'assemblea di approvazione del contratto … assume adesso una venatura grottesca.
Crediamo che non ci sia nulla da aggiungere.
C'è chi invoca "lo spirito " del contratto che è stato tradito.
Ma i contratti sono fatti di articoli e di parole che abbiano un senso inequivocabile e inattaccabile; non di spiriti da invocare, quando appare ancor più chiaro che il contratto rinnovato per Toro Assicurazioni è stato pessimo.
In tempi in cui ci si rifugia nel "Magico", non ci resta che cercare una medium che ci metta in contatto con questo Spirito Tradito, che si aggirerebbe tra di noi, per aiutarlo a trapassare nell'aldilà insieme al nostro vecchio contratto.

C'è ancora qualcosa che si può fare? Nonostante tutto riteniamo che ci si possa ancora provare.

Discutiamo e organizziamoci al di fuori degli schemi istituzionali.

La CUB è un Sindacato Confederale presente da tempo in molti settori del mondo del lavoro. Anche nel settore bancario e assicurativo e in alcune aziende torinesi.

Per questo invitiamo a partecipare alla riunione
di lavoratrici e lavoratori Alleanza Toro
di venerdì 9 luglio alle ore 14,30 presso la sede SALLCA-CUB di Corso Marconi 34, al primo piano.

C.U.B.-S.A.L.L.C.A.
Credito e Assicurazioni

questo post è stato letto2776volte