DA SEGRETERIA NAZIONALE CUB SALLCA

Abbiamo rispolverato il nostro giornalino "Bancarotta" per provare a offrirvi una panoramica su quanto accade nelle principali banche italiane.

Come avevamo previsto, l'indecente rinnovo del contratto nazionale ha rappresentato il "primo tempo" dell'offensiva della controparte. Ora arriva il "secondo tempo", azienda per azienda. Tenere il passo delle vicende di questo periodo è impossibile. Mentre chiudevamo questo numero è giunta la notizia che nel gruppo MPS la procedura sulla ristrutturazione aziendale si era chiusa senza accordo e ci sarebbe stata una nuova mobilitazione.

Nel gruppo Intesa Sanpaolo, invece, l'azienda cerca di forzare la vertenza a proprio favore licenziando gli apprendisti in scadenza di contratto e usando questo atto senza precedenti come arma di ricatto.

Tutto questo dimostra che la concertazione è finita, ma a farla finire sono le aziende, che hanno capito di poter affondare i colpi dopo aver aperto il varco con il contratto nazionale. Tutto questo impone una riflessione sul ruolo del sindacato oggi e su come ci si possa riorganizzare per tornare ad alzare la testa.

Aspettiamo i vostri contributi ed i vostri commenti sulla nostra mail  sallca.cub@sallcacub.org

oppure su http://www.facebook.com/pages/SALLCA-CUB/137597986332391

questo post è stato letto3352volte