Con l’esternalizzazione MPS ha cercato di farci fuori e di non farci sentire più bancari, anche se al momento il nostro contratto è quello del credito.
L’abbiamo presa male ma abbiamo reagito peggio: tante cause legali, poche lotte.
Sono prevalse rabbia e rassegnazione.

Ora possiamo e dobbiamo recuperare.
Sappiamo che lo sciopero per il contratto nazionale è stato indetto dai sindacati che ci hanno “venduti”.
Ma è stato indetto anche dal sindacato di base, con relative iniziative (come potrete leggere sul retro).
Una delle partite che si gioca con questo contratto è quella dell’area contrattuale, che ci riguarda direttamente.
Il nostro futuro e il comportamento aziendale saranno anche determinati dalla nostra “inclinazione” alla lotta sindacale.
Ora siamo in mille e non in trentamila come quando eravamo “montepaschini”. Delegare gli “altri” non è più possibile.

Il 30 gennaio scioperiamo compatti!

CUB-SALLCA FRUENDO

questo post è stato letto7964volte