Il 24 febbraio sarà passato un anno dallo scoppio della guerra in Ucraina.

L’attacco russo è stato preceduto dal fallimento degli accordi di pace del 2014 ed è stato seguito da una costante escalation.

È chiaro a tutti che si tratta ormai di uno scontro globale tra la Russia e gli Stati Uniti, che guidano la Nato.

I paesi europei si sono tutti schierati in modo disciplinato e subalterno alle dipendenze degli Usa, in spregio dei propri stessi interessi.

Anziché premere per il cessate il fuoco, l’iniziativa diplomatica ed il negoziato, si continua con l’invio di armi sempre più letali, con sviluppi sempre più inquietanti.

I costi della guerra ricadono sulla parte più debole della società, lavoratori in testa, che subiscono inflazione, carovita e tagli alla spesa sociale.

Il movimento contro la guerra tornerà in piazza con decine di manifestazioni, sia in Italia che in Europa.

A Torino, ad esempio, si terrà una manifestazione sabato 25 febbraio alle ore 15 in Piazza Castello.

A Genova la manifestazione si terrà sabato 25 febbraio alle ore 14.30 a partire da Ponte Etiopia – Via Lungomare Canepa.

Alleghiamo le locandine di convocazione.

 

Vi invitiamo a partecipare a tutte le iniziative in corso.

CUB-SALLCA Credito ed Assicurazioni

 

questo post è stato letto617volte