News

image-3947

8 MARZO SCIOPERO GENERALE

  Come già avvenuto negli ultimi anni, la CUB raccoglie l’invito di Non Una di Meno ad indire uno sciopero generale nella giornata internazionale dell’8 marzo. E’ in corso una grave crisi economica e sociale che rischia di fare tornare indietro i diritti di tutti i lavoratori e ancora di più quello delle lavoratrici. La gestione dell’emergenza ha scaricato sulle donne il lavoro di assistenza e di cura, come mai prima d’ora. Sono state le prime ad essere confinate in casa con lo smart-working, ...
Click here to read more »
image-3942

PRESSIONI COMMERCIALI: UN VIRUS ANCORA SENZA VACCINO

  Le (op)pressioni commerciali non hanno mai cessato di rovinarci la vita e l’umore, minando la qualità del lavoro e calpestando l’etica professionale. Ad ogni inizio d’anno riprendono con rinnovato vigore, ancora più forte dopo un anno pandemico vissuto dai vertici aziendali con malcelato contenimento della consueta aggressività. Non si deve accettare questa situazione intollerabile. Serve innanzitutto un processo spontaneo di “igiene mentale”: il budget non deve rovinarci la vita e diventare un’ossessione deleteria. Respingiamo le pressioni al mittente e restiamo uniti di ...
Click here to read more »
image-3937

IL LAVORO IN UNICREDIT AI TEMPI DEL COVID

Spesso la retorica edulcorata del management bancario appare molto lontana dalla realtà lavorativa vissuta tutti i giorni dai dipendenti. Le croniche carenze di organico rendono, da tempo, pesante la situazione negli uffici di sede come nelle filiali, ancor di più in quelle di piccole dimensioni. Se poi si aggiunge l’emergenza covid il disastro è completo. Ecco cosa ci scrive un lavoratore, la cui testimonianza è significativa perché la riteniamo altamente rappresentativa della realtà quotidiana di molti colleghi. Da parte mia posso portare l’esperienza ...
Click here to read more »
image-3931

Mobilitazione CUB per GIOVEDI’ 25 FEBBRAIO

DA CUB SALLCA A ISCRITTI/E E LAVORATORI/TRICI La costituzione del governo Draghi, dopo la parentesi dei governi Conte I e II, tende a restaurare la linea dura nella gestione della crisi, con il rischio di nuovi guai al mondo del lavoro. Il primo nodo da risolvere è il blocco dei licenziamenti, in scadenza al 31 marzo. Il provvedimento ha bloccato la frenesia delle aziende di liberarsi di personale, approfittando della pandemia. Ora la sua rimozione rischia di scaricare un’ondata di nuovi disoccupati su ...
Click here to read more »
image-3924

UNA RIUNIONE BEN RIUSCITA

Nelle sedi, come nelle filiali, si susseguono le riunioni e spesso sono molti coloro che ritengono che siano, il più delle volte, inutili perdite di tempo. Ma ci sono sempre le eccezioni: una riunione, con oggetto nuovi contratti per i pos, ha provocato vivaci reazioni che ci sono state riportate da chi era presente e noi proponiamo in forma di comunicato. Invitiamo alla lettura anche chi non si occupa di pos, perché molti potranno comunque riconoscersi nella morale che si può trarre ...
Click here to read more »
image-3918

UNICREDIT: LA PANDEMIA NON FRENA GLI APPETITI DI MANAGEMENT E AZIONISTI

La diffusione del contagio da COVID-19 avrebbe dovuto portare ad una maggiore consapevolezza della fragilità dei sistemi. Anziché ripensare a fondo il proprio modello produttivo, le aziende proseguono imperterrite come se nulla fosse accaduto. La ricerca del risparmio sui costi ed il perseguimento di utili sempre più difficili si ribaltano sul personale, con conseguenze deleterie. Siamo sempre di meno e ci viene chiesto di fare sempre di più. Anche in questo contesto l’azienda insiste nelle pressioni commerciali, chiedendo di collocare e di vendere, sfruttando ...
Click here to read more »
image-3902

BANCHE ITALIANE: DALLA FORESTA PIETRIFICATA AL GRANDE TAGLIO DEL BOSCO

La fusione tra Intesa Sanpaolo ed UBI, lanciata nel 2020 e in corso di realizzazione, ha modificato gli equilibri nel sistema del credito. La crescita dimensionale richiesta ai principali Gruppi passa attraverso operazioni di concentrazione organizzate, che portano a forti economie di scala, taglio dei costi, chiusura degli sportelli, desertificazione del territorio. Ai disastri della gestione privata si rimedia sempre con i soldi pubblici, facendo pagare il conto a contribuenti e lavoratori. La caduta del governo e la sua sostituzione con un gabinetto presieduto ...
Click here to read more »
image-3890

INTESA SANPAOLO: UN PREDATORE PIGLIA-TUTTO

Il 2020 ha visto crescere ancora le dimensioni della prima banca del Paese, con l’incorporazione della terza (UBI Banca). L’operazione ha messo in moto un processo di concentrazione tra gli altri Gruppi, che devono ora rincorrere per recuperare il ritardo. Il bilancio per il management è certamente positivo, mentre gli azionisti potranno ottenere maggiori soddisfazioni più avanti. Ben diversa è la situazione dei lavoratori, che hanno vissuto un anno molto pesante, reggendo in prima persona tutto l’impatto della pandemia. Relegati agli “arresti domiciliari” con ...
Click here to read more »
image-3873

POVERA LA BANCA CHE HA BISOGNO DI EROINE

  Il 2020 è stato sicuramente un anno straordinario, per difficoltà, disagio, sofferenza. Questo è particolarmente vero per chi ha continuato a lavorare anche in pieno COVID, con grande sacrificio personale, dedizione ed impegno. Tuttavia sarebbe stato tutto meno complicato se fossero state prese misure adeguate alla situazione straordinaria che stavamo vivendo. I lavoratori e le lavoratrici che non hanno mai mollato meritano rispetto e riconoscimento, ma anche un po’ di autocritica da parte aziendale (e soprattutto un tempestivo ravvedimento sui provvedimenti adottati), ...
Click here to read more »
image-3861

Accordi pre-natalizi: una strenna poco accattivante

Pochi giorni prima di Natale sono stati firmati in sede ABI due accordi sindacali. Il primo integra i protocolli precedenti in tema di prevenzione e contenimento del COVID-19, il secondo avvia la sperimentazione per le assemblee da “remoto” per i lavoratori in smart working. Pur rispondendo ad esigenze specifiche, con soluzioni parziali, gli accordi sono ben distanti dall’affrontare seriamente la grave situazione lavorativa, in particolare nella rete filiali di un po’ tutte le banche. Le situazioni di forte tensione, di insoddisfazione e di ...
Click here to read more »
1 2 97