ARIBA UK – 807 11th Avenue Sunnyvale, CA 94.089 / "Domiciliazione strategica" di Zurich Financial Service

ARIBA UK è la società di servizio anglosassone che fornisce ausilio, committenza, appalto per soluzioni aziendali. Preferisce però la mite California per allocare l'impianto strategico di management.

La Zurich Financial Service – in Italia meglio conosciuta come Gruppo Zurich Italia Assicurazioni – dal 2001 tramite Christopher Barnes, attualmente Chief Claims Officer di Global Corporate del Gruppo svizzero, sovrintende la Corporate Global in Europa (GCiE) team Crediti e collabora con il Nord America Commercial (NAC), si affida a questa primaria società dell'E-Commerce.

Mike Petro, Lead Manager Categoria, America del Nord, Loriann Andersen, Manager di categoria, indiretti e servizi, Nick Cherrone, Category Manager, indiretti e servizi, Rachel Rutkoski, Categoria Senior Manager, indiretti e servizi, Tom Arbogast, Manager Categoria, diretta Materiali, Kimberly Davis, Senior Manager di categoria, materiali diretti rappresentano il nocciolo duro dell'organizzazione.

Mettono a disposizione dei Ceo dell'intero pianeta la loro elevata esperienza in oltre 15 paesi, a più di 150.000 fornitori, nell'interesse di 300 multinazionali tra le quali la Zurich Finanzial Service.

In questa economia difficile, gli acquirenti sono alla ricerca di fornitori più convenienti per fare affari.
Quando si inizia a negoziare con Ariba Supplier Network, si diventa parte di una comunità di innovatori selezionati e.Commerce B2B che possono aiutare i clienti a ridurre i costi e aumentare l'efficienza.

Una comunità di acquirenti e fornitori capaci di movimentare più di 110 miliardi di dollari di transazioni di merci ogni anno in tutti i settori.

"Grazie" ad essa però centinaia e migliaia di lavoratori subiscono movimentazioni, licenziamenti e outsourcing in tutto il mondo.

Società del genere contribuiscono alla conflittualità sociale favorendo la perdita annua di migliaia di posti di lavoro in tutto il pianeta in un momento in cui, già la congiuntura economica internazionale da un lato, e speculative società di rating da un altro, stanno alienando intere nazioni gettando nella disperazione milioni e milioni di europei e non solo.

Tra la fine di Maggio e la prima decade di Giugno, si svolgeranno due e più importanti incontri in tema di Spend Agend  e di Revolutionizing Business Commerce.

In attesa di conoscere cosa si deciderà a Orlando – USA – il 20 Maggio 2010 e ad Amsterdam il 9 Giugno 2010, sulle sorti  di tanti lavoratori, ci auguriamo che non vengano nuovamente pianificati cruenti tagli del costo del lavoro che si ripercuotano sulla perdita di occupazione utilizzando pericolose cessioni di rami d'azienda "locali" o internazionali e ristrutturazioni aziendali.

Non appena avremo la possibilità di informarVi su quanto avverrà nei prossimi programmi dei piani industriali di ZFS – leggi anche Gruppo Zurich Italia Assicurazioni-, informeremo tramite le piattaforme sindacali web e di stampa.

A proposito di cessioni di ramo d'azienda vorremmo ricordare al management di Ariba UK che in Italia, fortunatamente, al contrario di quanto avviene oltremanica e oltreoceano, la normativa prevede ancora sufficienti tutele a favore dei Lavoratori.

Giova quindi rammentare come, a tale proposito, la Zuritel, compagnia del Gruppo Zurich Italia Assicurazioni, in occasione della cessione del ramo d'azienda denominato Back Office, ceduta alla società cagliaritana Innovaconsulting Srl., sia incorsa in un giudizio di illegittimità espresso dal Tribunale di Roma nel maggio 2007.

Visto che nel mese di Giugno la Corte di Appello di Roma è chiamata ad esaminare il ricorso presentato dal Gruppo assicurativo svizzero, Zuritel non rischia forse di compromettere maggiormente la sua posizione ?

Per non parlare del conferimento di rami d'azienda che nello scorso anno hanno interessato la cessione di Compagnie del Gruppo assicurativo elvetico, dei contratti assicurativi e del personale dipendente a favore di Zurich Insurance Plc di Dublino e alla Zurich Insurance Ireland Limited.
Cosa accadrà sul piano occupazionale a tutti quei lavoratori "impacchettati" nell'affaire Ireland se i 129 miliardi di Euro di debito che le Banche irlandesi hanno contratto con le Banche tedesche dovessero determinare ripetitive e destabilizzanti richieste di bailout di quello Stato?

C.U.B.-S.A.L.L.C.A.
Gruppo Zurich

questo post è stato letto3453volte