Archivio Altre aziende

BANCO DESIO – DOPO REPORT LO SCANDALO ARRIVA ANCHE IN EUROPA

Ricordate il caso di Enrico Ceci, giovane bancario licenziato da Banco Desio, che aveva denunciato il ruolo della dirigenza della banca in pratiche di evasione fiscale, riciclaggio, esportazione clandestina di capitali all'estero?
Adesso il suo caso è arrivato sulla TV tedesca RTL e viene portato ad esempio da Transparency International Italia. Guarda il video (con traduzione) e gli articoli correlati:

Link video RTL: http://www.youtube.com/watch?v=c93Ogorcl7c
Link video REPORT: http://www.youtube.com/watch?v=V-hdePq_pjM&feature=plcp

Link articoli Parma:
http://parma.repubblica.it/cronaca/2012/12/07/news/
denunci_i_suoi_superiori_il_caso_ceci_diventa_europeo48245984/

http://www.parmatoday.it/cronaca/enrico-ceci-banco-desio-ugo-gumpel.html
http://www.parmaonline.info/notizie/2012/12/05/-scandalo-banco-desio-ceci-
intervistato-dalla-tv-tedesca_23968

http://www.ilmattinodiparma.it/?p=32387

HELP LINE – COMUNICATO SINDACALE DOPO ASSEMBLEA DEL 14/11/2011

Cari colleghi ex SiCall, come sapete, ho già spedito all'azienda la richiesta per ottenere l'applicazione del contratto integrale.
La piattaforma che ci hanno fatto votare alcune delle oo.ss. del primo tavolo (quindi non tutte quelle esistenti nel settore credito) non sana, anche se accolta dall'azienda, le note disparità dei lavoratori di ex SiCall.
Le oo.ss. ci hanno puntualmente riferito che il CIA non si può chiedere col contratto nazionale scaduto (ma dal 2007 ne sono scaduti due di ccnl…) e lo stesso recita che un anno prima ed uno dopo non si può avviare un CIA; allora perchè non richiederlo durante il periodo possibile, nel 2009/2011? Si sono dimenticati?
Sono rimasto inascoltato, nonostante i miei passati e numerosi solleciti. (altro…)

A FIANCO DEI LAVORATORI DI CRES E DELLA DEUTSCHE BANK

Salutiamo con favore la scelta dei sindacati aziendali di Deutsche Bank di proclamare lo sciopero del Consorzio per il 18 novembre e di tutto il gruppo per il 25 novembre.

Deutsche Bank sta tentando di vendere 52 colleghi del CRES (centralino, corrispondenza, immobili) alla società danese ISS (una multinazionale delle pulizie e dei servizi); mentre la capogruppo risulta molto indebitata, la filiale italiana, una s.r.l., non sembra in grado di dare ai lavoratori le necessarie tutele occupazionali. Il tentativo di cessione va quindi rigettato con forza, tanto più che Deutsche Bank ha respinto proposte alternative, come la semplice cessione degli appalti ed il riassorbimento dei lavoratori nell'ambito del gruppo.
(altro…)

BANCA POPOLARE DI MILANO – LA COGESTIONE ALL’ITALIANA

Volantino pdf
"Gli operai e gli impiegati, che apportano un contributo decisivo all'economia, sono stati finora esclusi da una efficace cogestione. La democrazia postula però tale partecipazione nelle imprese e nella economia generale. Da suddito dell'economia, il lavoratore deve diventarne cittadino"

dal programma socialdemocratico tedesco di Bad Godesberg, 15 novembre 1959

"Una banca multistakeholders, consapevole dei deficit della governance oligarchica, sarà orientata all'allargamento del governo dell'impresa, sperimentando modalità di partecipazione a partire dalla presenza di rappresentanti dei lavoratori nei Consigli di Sorveglianza delle aziende e dei gruppi con modelli duali e nei Consigli di Amministrazione delle banche popolari, laddove l'azionariato dei lavoratori lo consenta"

dalla piattaforma dei sindacati trattanti per il rinnovo del CCNL del Credito, 7 aprile 2011

"Dal 2006 ad oggi all'interno della Banca Popolare di Milano sono stati promossi 130 esponenti dell'Associazione Amici o delle Organizzazioni Sindacali interne su 175. L'incidenza è quindi pari al 74% del totale dei soggetti interessati, mentre considerando la totalità dei dipendenti BPM le promozioni hanno riguardato il 47% del totale"

Radiocor, 21/10/2011, ore 13:19:40

Basterebbero queste tre citazioni per descrivere la parabola del "governo democratico" dell'impresa, rivendicato da generazioni di riformisti, e applicato in forma coerente, sinora, soltanto nei modelli dell'economia sociale di mercato tipici dei Paesi Scandinavi e del sistema tedesco.

(altro…)

HELP LINE – COMUNICATO SINDACALE SU DISPOSIZIONI DI SERVIZIO

Vi proponiamo i nostri commenti ad alcuni passaggi di una recente comunicazione aziendale:
"Si richiede a tutto il personale di Cassina de' Pecchi di passare presso la segreteria per la firma per presa visione del Codice Etico della Capogruppo".
SE  BASTASSE FIRMARLO PER ATTUARLO…ecco alcuni punti disattesi:

  • Contributo professionale delle risorse umane.

"L'Istituto favorisce il continuo accrescimento delle competenze tecniche e professionali delle risorse umane con l'obiettivo di tutelarne ed accrescerne il valore".
Peccato  che non a tutti è permesso questo accrescimento, poichè non tutti sono chiamati ad apprendere quanto sopra ma lamentano persino una mancata rotazione delle mansioni pur essendo stati formati sui vari servizi.

(altro…)

GRUPPO ZURICH ITALIA ASSICURAZIONI – PROGETTO ARIBA UK: TAGLIO POSTI DI LAVORO

ARIBA UK – 807 11th Avenue Sunnyvale, CA 94.089 / "Domiciliazione strategica" di Zurich Financial Service

ARIBA UK è la società di servizio anglosassone che fornisce ausilio, committenza, appalto per soluzioni aziendali. Preferisce però la mite California per allocare l'impianto strategico di management.

La Zurich Financial Service – in Italia meglio conosciuta come Gruppo Zurich Italia Assicurazioni – dal 2001 tramite Christopher Barnes, attualmente Chief Claims Officer di Global Corporate del Gruppo svizzero, sovrintende la Corporate Global in Europa (GCiE) team Crediti e collabora con il Nord America Commercial (NAC), si affida a questa primaria società dell'E-Commerce.

(altro…)

GRUPPO ZURICH E DIRITTI DEI LAVORATORI

Si continua a parlare di modificare in peggio le tutele che fino ad oggi hanno regolato i rapporti di Lavoro per milioni di italiani e salvaguardato i loro diritti.

Si vorrebbe così avvantaggiare esclusivamente la volontà del padrone di decidere della vita o della morte, professionale s'intende, qualora si volesse disfare della forza lavoro.

A tale proposito, è allo studio da parte del Ministro Sacconi che si avvale di eminenti giuslavoristi pescati peraltro dall'eccellenza del Pdl., del Pd e dai maggiori sindacati, di una modifica dello Statuto dei Lavoratori che prevede la deregolamentazione dell'Art. 18, impedendo di fatto al Giudice del Lavoro il reintegro del lavoratore licenziato, anche nel caso in cui ne accogliesse le istanze e dandogli la ragione. (altro…)

EQUITALIA – ANNO ZERO: NASCE IL SINDACALISMO DI BASE IN EQUITALIA ESATRI

La Confederazione Unitaria di Base (CUB) è il più importante sindacato di base, con decine di migliaia di iscritti tra lavoratori e pensionati. I suoi delegati sono impegnati in quasi tutti i settori professionali ed è presente nel CNEL in base al criterio della rappresentatività.

Nasce nella primavera del 1992 per iniziativa di numerosi lavoratori fortemente critici nei confronti di CGIL-CISL-UIL.

La Cub vive esclusivamente del contributo versato dai lavoratori e dai pensionati e, pratica la più totale e completa autonomia dal padronato, dai governi e dai partiti.

(altro…)